Sono solo storie

...Forse queste son solo immagini, illusioni, racconti o metafore.
Echi che giungono da ogni tempo e colti al volo.
O forse no.

24 settembre, 2009

SCENDERE GIU' DALLA GIOSTRA

Un anno fa stavo per partire.
Il 27 settembre 2008 salivo su un aereo che mi avrebbe cambiato la Vita.
Al mio ritorno, 5 mesi più tardi, per quella stessa tratta si sarebbe imbarcata una persona diversa, completamente diversa.

Una persona che in pochi hanno saputo riconoscere, abbagliati dalla paura di un nuovo che non conoscevano e non potevano ( o volevano? o vogliono?) capire.

Spesso, mi accorgo di non ricordarmi cosa sia accaduto prima di quella Partenza: non so dire più quando ho conosciuto una determinata persona, quando si sono verificati determinati avvenimenti, quando sono stata male, quando sono stata felice.
In quei momenti tutto appare confuso: il Tempo non esiste, è appeso a lancette che si sono sciolte al calore dalla dimenticanza.

...Dicono sia normale, non ricordare più la propria Vita quando accade qualcosa che la cambi radicalmente.
Ed io acconsento, in silenzio, ripensando alla mia Storia.

Eppure, in questi giorni mi sembra di non essere mai partita.
Com'è possibile?

Mi rivedo nei ricordi: quell'ombra della persona che volevo essere e che non ero.

Cosa accade? Sarà colpa della troppa pioggia? Io, che posso vivere solo al Sole.
Si può tornare indietro? Non ci credo, ma talvolta ho paura possa essere possibile.

E allora?
...E allora c'è che sono stanca di combattere così, sono stanca di incontrare tutti questi ostacoli, sono stanca di non riuscire a perseguire i miei obiettivi, di fallire.

Ma come può una persona definirsi fragile quando tutti la conoscono come forte?
Non serve a nulla giustificarsi dicendo che questi non sono grandi giorni, è sempre stupido.
Perchè a volte siamo solo quello che gli altri sanno di noi.

...E' solo che io volevo dirlo che non ce la faccio più, che mi sento in bilico, che potrei cadere da un istante all'altro, che mi manca il mio sorriso, la mia forza, quella stessa forza che ho per me e che do agli altri.
...che anche io non sono sempre in grado di resistere.


Aspetto che torni il Sole, che Io stessa faccia ritorno.
Mi aspetto, fremo all'idea di rivedere la vera Me.
Perché non so più farne a meno.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E' tempo di attese, vedo.
Ti meravigli? non credo. Non sono le persone a fare i viaggi, ma i viaggi a fare le persone.

Pazienza, ce ne vuole tanta. Con se stessi. E ancora di più con gli altri.

"Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità." Martha Medeiros

BUENA VIDA

Blanche ha detto...

cosa succede Amica mia?
Forse domanda retorica la mia: succede quel che ho letto.
Si, si può tornare indietro. Regredire. Semplicemente dimenticare. Una nebbia che offusca ciò che si era e che a momenti non si ha forza di essere.
Mantenersi in piedi non è cosa facile quando venti soffiano da tutti i lati. Ma dobbiamo pur cercare ciò che ci rende felici, una volta che lo abbiamo scoperto. Se lo abbiamo scoperto.
Sta arrivando l'autunno. Bisogna ricordarsi che il sole si emana da sè perchè mesi di pioggia non mancano...

Anonimo ha detto...

imparato molto